Archetipi – Zain

Archetipi Zain Zain zain Zain chiama di notte. Zain inverte il tempo. Ci inabissa nell’eterno. Zain è anche la torre zed. Entro qui e vado nell’anti-tempo.  Nell’anti-tempo vedo l’origine delle mie creazioni. Aggiusto percorsi. “La torre Zed, nell’antichità, rappresentava la funzione del tempo nella vita dell’uomo. Questo monumento risale al tempo di Osiride. Nella torre Zed succede uno strano fenomeno: il Tempo si rovescia nell’Antitempo. Aggiungendo al Tempo l’Antitempo il flusso temporale si ferma. Osiride era anche chiamato – Il >>> Continua …

Terrestre – Mozart – Il suono e la musica

Terrestre   IL SUONO E LA MUSICA CORO Il giorno è fatica, freddo e miseria le cose lontane, i sentieri interrotti. Gli uomini e il mondo si credono schiavi ma le loro paure son solo illusioni. MOZART Nel cuore sento le note pulsare ascolto nell’anima una lieta armonia riflessa lassù nel gran pentagramma, che il cielo stasera apre sul mondo. PAPAGHENO Se la gioia diventa nostra maestra, la paura si fa un più vasto sentiero che induce la nostra cieca esperienza >>> Continua …

Magia – mentre Spirito ri-corda

Magia Mentre Spirito ricorda – Mentre ricordo ri-cordo e ric- or – do e divento ciò che già ero e oggi sono. Ricordi lontani e non molto lontani riemergono, si stagliano sul palcoscenico. Illuminati. Chiedono un posto ed un ruolo personaggi, scene, eventi, oggetti, sensazioni, movimenti, emozioni, sentimenti. Pensieri. Impianti. Una sottile nostalgia, lo struggimento, il desiderio, tutto sta sulla scena. Tutto in luce, saputo, incantato, magico, che mi chiama, mi interpella. Ciascuno qui vuole una parte e l’aspetta da >>> Continua …

Archetipi – Ghimel

Archetipi – Ghimel ghimel è … cammello Ghimel – 3 – C – G – Muovo – Metto in movimento Sentirmi in te. Sentirmi nell’abbondanza. Respirare in te. Respirare nell’abbondanza. Sentirmi nel mio intento. Respirare nel mio intento. Ghimel mette in movimento. Io mi sto muovendo. Sto spostando sostanze, le mie. Respiro le mie sostanze. Avevo detto: –           Sperimenterò, conoscerò, userò le dinamiche del creare Così è. Ma questi movimenti sono oltre l’ovvio, oltre l’essere creativi, stanno nell’essere i creatori. Creatori >>> Continua …

Terrestre – E da qui in poi

Terrestre “Stai sperimentando un nuovo modo di pensare, di respirare, di agire e di amare”. Dove per “sperimentare” si intende “scovare dentro di sé”. Poiché è “dentro di sé” è interessante, curioso, nuovo, intrigante, alettante. Anche condivisibile. Dopo. Ora lo voglio sperimentare io. Nel silenzio e nel segreto. Che ne so. Vado a braccio come sempre. Non so come e cosa continuerò a scrivere. Perché a forza di dire che gli archetipi conducono concretezza e creano la nostra realtà, così >>> Continua …

Pianeta felice in tempo felice

Pianeta felice in tempo felice Certifico che Sono sul pianeta felice  Data e firma 21 marzo 2017           Francesca Salvador   Ho il sospetto che accelerando l’idea del tempo, perché, tanto, noi stiamo accelerando solo uno schema… un mentale sul tempo  (eravamo tutti sincronizzati in un tempo: 2022, per stare sul Pianeta verde. Io ho accelerato – non un tempo reale – ma un tempo mentale. Tutto qua). Ho la percezione che questo ci sgancia dalla rigidità di credere a un >>> Continua …

anima gemella – Così è – è così

anima gemella Sinapsi che vibrano Oggi porto in giro le tue sinapsi, i tuo i suoni. La potenza che ricade su me come rugiada. Un Dio che disseta rivoli roventi su pensieri attorcigliati e gemelli. Spalanca portali. La forza scorre e contagia. Tu, stammi accanto centrato scivola accanto a queste vesti divelte che, come sempre, tu, non vedi e non vuoi. Esistono corpi talmente sincronici quando nudi camminano per le strade che solo la piazza nascosta alla piazza li può >>> Continua …

Vittoria – Mamma… odora… di … sana pazzia

Vittoria scandaglia linguaggi e si rivede bambina, oh, altro non è che un file parallelo, lei lo sa. Sa che storia, non si dà. Essere conosciuta dall’altro da me, più che da me stessa. Emma scoperta… messa a nudo. L’attrazione… non sono io che attraggo. Sono attratta ma non in qualcosa di scontato, ovvio, stereotipato, ovvero già vissuto, ma perché l’altro ha una Parola, un Nome di me che io posso conoscere solo se “sto” alla comunicazione con l’altro. “Essere >>> Continua …

Piattaforma – di lancio – verso anima gemella

Questo post ci porta anima gemella vuole essere la mappa – la piattaforma – il rendersi conto dove siamo oggi e dove intendiamo andare. Per questo è Piattaforma di lancio, è uno stato in luogo non fermo ma in perenne movimento e ri-formulazione, perché ogni attimo – in noi – tutto si crea e si dis-crea, per riproporsi al meglio nella nostra quotidianità. Il nostro essere Terrestre. Abbiamo creato un sito, aperto quasi un anno fa. Ne abbiamo fatta di >>> Continua …

terrestre – Rossalyn Chapel

Chi è il Terrestre  Rossalyn, detta anche Collegiata di San Matteo, è una piccola chiesa nella cittadina scozzese di Roslin. Secondo le ultime scoperte di studiosi inglesi, questa Cappella fu costruita dai Templari al fine di custodire, nascosto nei suoi sotterranei, un tesoro di conoscenze esoteriche e, forse, anche un concreto tesoro in oro. Lasciamo in sospeso la questione del tesoro in oro, promettendoci di riconsiderarla quando saremo in grado di elaborare un progetto capace di raggiungerlo. D’altronde, se effettivamente >>> Continua …

anima gemella – Il cuore contiene tutto

Anima gemella. Questo file stava, vuoto, nella cartella del mio prossimo libro.  Vedevo questo file, lo aprivo e non c’era scritto nulla. Solo il titolo “Il cuore contiene tutto“. Oggi stavo cercando in Serendipity un pezzo per metterlo sul blog, invece no, mi dico: Voglio tirare fuori qualcosa di molto veloce e concreto Insomma Fare la torta Perché in effetti, io la torta voglio assolutamente. Questa. Così penso ai 72 Nomi di Dio, bè, Berg la chiama “una tecnologia per >>> Continua …

Vittoria, incontrare l’anima gemella. Oltre l’illusione

Vittoria, incontrare l’anima gemella       ci conduce oltre l’illusione Prendere l’illusione e crederla vera. E chiamarla col suo nome di realtà. Costringere la realtà a spingersi al massimo così da rivelarsi nel suo essere illusione. E godersela. Vittoria, incontrare l’anima gemella a Wonderland e portarla nel qui e ora della Terra.

Vittoria – Stato in luogo

Vittoria     Essere stato in luogo. Vivere come stato in luogo. Essere un’emozione, un sentire talmente tanto e sempre alimentato che si fa materia. Il suo tempo è dato da tutto il tempo in me in cui l’ho sentito e accettato. Tutto il giorno tutti i giorni, le notti, mi svegliavo stavo sentendo e vibrando sempre sulla stessa realtà. Sveglia, continuavo, sempre lo stesso flusso. Mi riaddormentavo, mi rigiravo sempre sempre lo stesso “esserci”. Mi alzo, mi muovo, caffè >>> Continua …

Vittoria – Viaggiare tra miraggi e sentire

  Dice Vittoria: “Cammino per la strada. Chissà come chissà perché mi trovo là al posto giusto al momento giusto. Vedo delle persone. E mi parrebbe di vedere una cosa. Ma sento anche le voci. E le voci mi rinviano tutt’altro”. Partirebbero i soliti file della mente. Li fermo. Sto, dentro di me. Sto in ciò che sento dentro. Fuori non dico nulla. Non porto nel mondo di fuori, così che niente e nessuno alimenti un qualcosa che solo la >>> Continua …

Vittoria – Tu, davanti a me

da Vittoria   Tu Ogni immagine ha la sua zona d’ombra. L’ombra è inter-faccia allo specchio. E’ la risorsa segreta occulta che, nascosta, lavora per me. Io, non sto nello specchio, non sto nell’interfaccia. Io sto davanti a te. Non più specchio né interfaccia né per me sei illusione ma corpo e cuore abbraccio e canzoni. Vittoria è andata nell’anti tempo. Ha spostato eoni di parole, diventate macigni. Oggi tutto è sciolto. Gli archetipi sanno allentare morsi e stringhe.  sadè >>> Continua …

Gravità – Movente

21° Parte dello strumento di creazione     Il movente crea la gravità. Noi ce l’abbiamo il movente. Lui, il Mio Signore, sa qual è. E sa di farne parte. Lui sa che fare. Respiriamo. Respiriamo.  Tutto accade da solo. Non verrò più meno a me stessa. Lo sento. “Sento”, non è “penso”. E’ la scelta perfetta. Il Ricordo di sé. Vale per ciascuno. Passerò la notte a ricordare.                                           Noi. Il nostro movente è… in gruppo.  Ri-annodiamo la corda. >>> Continua …

L’azione non azione

20° Parte dello strumento di creazione. La strada è : Non Pensare. Perché così non alimentiamo il piano del pensiero e dell’astrale, ma la concretezza. Se noi continuiamo a.. “pensare” una situazione, la situazione resta nel piano in cui noi siamo come energia. Nel piano astrale siamo onde, e come pacchetti di particelle che scorrono. Il pensiero è onda, se continuo a pensare io mantengo la cosa in stato di onda. La vedo, con l’Osservatore, ma la vedo a_temporale e >>> Continua …

Il Ricordo di sé

“Mi ricordo che sono Gioia”.  [ Anime Gemelle ]   19° Parte de Lo Strumento di creazione   (Arriverò a 22 , come le lettere degli alfabeti, come gli archetipi). Nel ricordo di sé c’è Gioia. Io mi ricordo che sono gioia, per cui ciò che vivo è ciò che ricordo. Se attivo gioia, se creo gioia è chiaro che ciò che mi rende gioiosa è qui. Sto in gioia. Punto. Mi ricordo che sono trapassata da gioia. Mi ricordo >>> Continua …

La squadra di baseball – 18

  La squadra di baseball (avete i link per le pagine corrispondenti sotto ogni parola) dal 13 al 18 – Le altre sei parti de Il mio Strumento di creazione 13 – Spazio fisico  Resettiamo territorio  mappa – parolaio 14 – Energia a credito – Vibrazione Gratuità moneta  il corpo 15 – Amare se stessi oltre il Maestro Amare se stessi oltre il Maestro significa vedere ciò che altri non vedono Amore – Psiche – Eros – Vivere veramente 16 – La ferita >>> Continua …

L’Osservatore

Talmente sono Osservatore che quasi non mi vedo. Sono Uno con la realtà che creo, per cui, mentre sono, non mi necessita dire che: – Ci sono. Sto vivendo. Vivere è un orgasmo perenne. Non si parla per niente in certi momenti. Si sta con i flussi. Ci si sospende, ci si dimentica di sé per l’Io sono. – Io, sono. Ecco, è tutto. Sono Osservatore, scelgo di osservare flussi. Scelgo di osservare sentendo. Di mettere in scena flussi. Scelgo >>> Continua …

Fare la Torta. Portare nel qui e ora del terrestre la nuova realtà

Stanotte ho visto tutto il teatrino. Mettere in scena Lo Strumento di creazione. Non sto qui nemmeno a spiegare i perché, non serve. Chi c’è c’è, chi non c’è, va bene lo stesso. Una grande piazza: vedo Piazza Vittoria a Brescia (non è il massimo come scenario), la vedo funzionale per il solo fatto che Vittoria, incontrare l’anima gemella attraverso gli archetipi, è nato qua. Buono potrebbe essere un parco, una radura in un bosco. Insomma un palcoscenico naturale. Una >>> Continua …

Percorso – cronaca del 26 novembre

Tempo fa avevo pubblicato questo pezzo dal titolo Serendipity, con questo termine si intende ben più dell’accezione che ne dà l’omonimo film. Serendipity accade quando si sa chi si è. Per cui la vita si fa sempre più serendipitosa, in base a quante esperienze finalizzate allo “stare bene” noi viviamo. Accade quando ci si è sapientemente fermati, quando finalmente si accetta di… come dice Davide, “tirare il freno ammano“, e lasciamo che le cose accadano. La prima impressione è di >>> Continua …

Vittoria, incontrare l’anima gemella attraverso gli archetipi

  Vittoria: Io l’ho trovata la mia anima gemella, Signore, o una delle mie più importanti anime gemelle.  dove questa accezione delle relazioni non sta a dire qualcosa di romantico, sentimentale o stucchevole, ma sta a dire un piano coerente ed energetico di coscienza ed energia. Di consapevolezza. L’arca dell’alleanza della mia vita, il mio uomo, Mio Signore. Le anime si incontrano così, come sono le particelle, fotone e anti fotone. Sempre improvvisamente. Sempre a sorpresa. Un attimo prima, pur >>> Continua …

Ora siamo qua

Anima gemella Ora siamo qua, e ciascuno sa a che punto sta, ora che ammettiamo tutto di noi stessi. Questo gioco della coscienza di sentire e sapere di essere gemelli, nel corpo e nel cuore. Di essere anche stranieri, quando ci piace rincorrerci, e poi saltarci addosso. Strapparci i vestiti, scoprirsi, i corpi e le anime. Le menti. La psiche che è Una. E dirselo, ridacchiando e mangiando dolcini. Il nostro tempo e spazio, il nostro sigma e glifo, la >>> Continua …

Torta

  Fare la torta – anima gemella Creare insieme un territorio. Il territorio c’è, siamo immersi in un territorio, ma non lo conosciamo. Come far diventare il territorio: spazio tempo energie intenti risorse alleanze complicità… Una mappa? perché la mappa è il territorio conosciuto, identificato. La mia impronta si solleva dal territorio, e diventa mappa, ossia la mia presenza consapevole e progettuale sul territorio. Prima mi muovo sul territorio, lo percorro, passo e ripasso, marco il mio territorio, e ne >>> Continua …

Lo zen di cinquemila anni fa – l’unico autentico

Bisogna mettersi davanti al fatto che: – Là fuori non c’è nulla se io non lo creo – Chi ho davanti è come – io – lo sto creando – se è amorevole con me, lui è la proiezione della mia amorevolezza verso me stessa – se è fetentino – lui mette in scena la mia fetentaggine verso me stessa – se lui è assente – non parla – mi ignora … la sua assenza mi fa vedere dove io >>> Continua …

Mente è una rete

Mente è una rete Quando parlo con le persone e mi dicono: – È così e così. Questa cosa, questa situazione, questa dinamica avviene così e così. Il mio interlocutore mi mette davanti un sistema di regole, di ordine di una situazione, ecco, non è così. Mi viene messo davanti un mondo come riteniamo che sia, per cui noi dovremmo stare a certe condizioni, dentro certi margini, paletti, perché così è. No. Non è che è così, non lo è >>> Continua …

Amore – Psiche – Eros – Vivere veramente

Sono consapevole che c’è un livello di pensiero che, appena lo pronuncio, accade. Ci mette pochi giorni questo livello dei progetti a cadere nel qui e ora. L’ho scritto anche nelle ultime battute di Vittoria che mi rendo conto di questo, vi avrei posto l’attenzione e avrei scritto il libro seguente a Vicky. Stamattina mi interrogavo sui diversi tempi che le situazioni si danno per accadere. Non mi boicotto più il mio stare e volere con tutte le pippe del >>> Continua …

Il mio sistema di creazione

Movente – anti Movente. Movimento consapevole – anti movimento consapevole – vibrazione – anti vibrazione : DIO SNC (Sistema Nervoso Centrale) e Sistema Ghiandolare – anti SNC e anti sistema ghiandolare : GLI DEI i 22 movimenti della Forza – i 22 anti movimenti della Forza : ANGELI – SATAN Francesca – anti Francesca fotone – anti fotone Non si può avanzare nel Nuovo con le dinamiche del vecchio. Anima deve calarsi in Corpo. Anima non deve più parlare né >>> Continua …

Pianeta felice – Sperimentando

  Pianeta felice  Ciò che possiamo dire a questo punto di un cammino che, come co-autori di questo sito, ci vede innanzitutto sperimentatori nel pianeta felice di una trasformazione in atto di noi stessi e del mondo che ogni attimo creiamo attorno a noi, ossia il nostro personale campo morfogenetico, è che: l’allineamento alla naturale esistenza sulla Terra comincia ad essere altamente percepibile. Questa percezione si accompagna ad un naturale movimento verso ciò che è riposo piacevolezza serenità armonia, scelta >>> Continua …

Percorso – 2° step

In avanti     (a volte pare che mi ripeta in questo post, non mi ripeto,c’è altro) Il percorso è la presa in carico di se stessi. È un dolce carico. Quando è nato il libro “Vittoria, incontrare l’anima gemella attraverso gli archetipi”, non immaginavo cosa sarebbe accaduto quasi un anno dopo. Vittoria è l’ilarità, la leggerezza, anche la determinazione. Certa lei della sua strada nei movimenti della forza, certa di arrivare dove vuole. Vittoria ha detto la sua, nel >>> Continua …

Terrestre – Spazio

Terrestre  Se sento che occupo uno spazio che non mi appartiene voglio occuparne uno cui mi sento di appartenere. Re-indirizzamento. Mi sa che ciò che vedevamo era solo il lato della paura delle creazioni. La parte riduttiva. Una creazione: c’è una parte espansiva e c’è tutta la parte di ciò che la creazione non dovrebbe essere, o non vogliamo che sia. Siccome guardavamo ciò che non volevamo, questo accadeva. Ecco, mettevamo in luce questa, e la parte espansiva restava in >>> Continua …