Eméraude

Eméraude

Copertina Eméraude

Eméraude sceglie come compagna se stessa. Da questa comunicazione unica e inossidabile crea l’altro da sé, il compagno l’anima gemella. Colui che sceglie di avere accanto per un pezzo di strada. Questo ciascuno di noi può sperimentare diventando consapevole della propria grandezza e della forza.

L’energia che si dispiega nelle dinamiche del pensiero e della natura, che traccia la trama dell’universo attraversando i corpi, la psiche e l’anima. La forza che ci rende coscienti dell’unità e autonomia che ciascuno in se stesso è, e del collettivo cui apparteniamo tanto quanto alla nostra individualità.

La visiona quantica dell’universo che ci immette nella percezione del Tutto. L’ascolto e la priorità al nostro mondo interiore, l’essenziale ed antica saggezza della Tavola di smeraldo, la psicologia energetica, il pensiero analogico, ci orientano verso una più profonda e radicale libertà nell’essere consapevoli di aver scelto di esistere oltre gli schemi, oltre le filosofie, le religioni e le economie di mercato. Ci fanno sperimentare la coesione e la sinergia che la forza-Uno crea e alimenta in ciascuno di noi.

Tutto raccontato con ironia e leggerezza.

Giocare con se stessi, con chi si ha accanto, chi si incontra nel cammino. 

Andare alla memoria antica, archetipale e rintracciare bit di una tradizione che ci appartiene, basta lasciarla emergere e crederci. Sperimentare soluzioni per andare sempre verso un maggior benessere. Porsi domande oltre il convenzionale e l’ovvio, cercare le risposte non fuori di sé ma in se stessi, e verificare ogni cosa mettendosi in gioco. Puntare alla concretezza, al qui e ora di un susseguirsi di istanti semplici, vuoti perché essenziali, o ricchi di quegli elemento (o contenuti) che si sono scelti a partire dall’autenticità e coerenza che si è costantemente perseguita. 

E tutto il mondo del gioco, della fantasia, delle possibilità, si rende godibile. 

***   ***

Fai più veloce

veloce

non lasciare spazi vuoti

ma solo

energia pulsante.

Mi hai raggiunta

ber-he-shit

mani di seta.