Vittoria – Piazza Vittoria

Vittoria      Piazza Vittoria 29 3 2017 Samek – ci siamo, tutto è completo Alef – questa in cui sono adesso è una creazione Una Bet – la accolgo e la vedo Dalet – è concreta Hé – è protetta Tau – è la rinascita e il cambiamento Fé – mi fa nuova e mi espande Waw – mi aggancia persone cose eventi  Gli archetipi danzano. Sono puliti, sani, essenziali, altamente virulenti. Rivoluzionano Piazza Vittoria. La Piazza e Vittoria >>> Continua …

Archetipi – Zain

Archetipi Zain Zain zain Zain chiama di notte. Zain inverte il tempo. Ci inabissa nell’eterno. Zain è anche la torre zed. Entro qui e vado nell’anti-tempo.  Nell’anti-tempo vedo l’origine delle mie creazioni. Aggiusto percorsi. “La torre Zed, nell’antichità, rappresentava la funzione del tempo nella vita dell’uomo. Questo monumento risale al tempo di Osiride. Nella torre Zed succede uno strano fenomeno: il Tempo si rovescia nell’Antitempo. Aggiungendo al Tempo l’Antitempo il flusso temporale si ferma. Osiride era anche chiamato – Il >>> Continua …

Magia – Adesso – Camelot

Magia  Adesso, ovvero La  Sorgente Camelot – la Mappa del mio territorio Ai miei Cavalieri: miei Cavalieri, vostro è il regno, vostro è il bosco e la Sorgente, vostri i giochi, le feste, gli amori, le gioie, le risate. Miei Cavalieri, dal monte al piano, al mare… alle stelle, oltre le stelle, tutto è nelle vostre mani. Dice la Coscienza: Adesso sento che vuol uscire un grande femminile, sono Sovrana. Abbracciare, accarezzare, accogliere, lasciar fare. Abbandonarci, lasciarci portare, servire, accogliere, >>> Continua …

Anima gemella – Cellula nuova

Anima gemella Cellula Nuova    Con “Cellula nuova” inizia una serie di pezzi che sono in Serendipity. Il capitolo Camelot, esprime il nostro pensiero sull’Uomo che si manifesta nella Coscienza di sé, incontrata in se stesso, condivisa, sperimentata e goduta in questa dimensione che è il Terrestre.  Viaggiamo,  in dimensioni che ci evolvono mentre, pienamente carne, cuore, terra, intendiamo essere. Noi umani siamo… siamo, mille sfaccettature, così come mille e mille sono le stelle. Chi l’ha detto che abbiamo solo un >>> Continua …

Magia – Le geometrie su Felice

Magia Le geometrie su Felice – ovvero – la nostra Mente La stanchezza la noia. Non vedo, non so. Non percepisco. Tutto fermo. Mi verrebbe la spinta a muovermi, a fare qualcosa. Ma anche questo è un tempo finito. I movimenti si fermano prima ancora di essere messi in scena. Non c’è movimento che funzioni, se non è allineato. Quando continuo a dire: – ciò che accade è a norma del creatore che sono possono accadere solo eventi in armonia >>> Continua …

Vittoria – Amo il mio Pensiero

Vittoria Certo:  Amo il Mio Pensiero. Amo il Mio Sentire.  Amo quanto Vivo.  Amo Amare ed essere amata.  Amo scrivere quanto vivo.  Amo essere terrestre.  Potrei mettermi qui a disquisire sulle cose, su situazioni, persone, me stessa, altro. Le parole tornano dentro. Perché il mondo delle parole è bellissimo, ma la vita che scorre lo è molto di più.  Amo essere in questo spazio sereno e coerente.  Amo come sento, come penso, come sogno, come è ciò che desidero. Amo >>> Continua …

Archetipi – Waw

Archetipi Waw Archetipo waw – agganciare Sto ad un convegno del quale non me ne freganulla. Così faccio le mie cose. Ciò che le mie orecchie sentono è vecchio. Obsoleto. Non vero. Illusorio. Imbrogliante e confondente. Si parlano addosso. In ogni caso ho una poltrona sotto il culo, sto al caldo mentre aspetto solo di andare a Piazza Vittoria a giocare con gli archetipi. Ottimizzare il tempo. Parlano di educazione. Molto lontano da come la penso. Non li caco. Vediamo >>> Continua …

Terrestre – Mozart – Il suono e la musica

Terrestre   IL SUONO E LA MUSICA CORO Il giorno è fatica, freddo e miseria le cose lontane, i sentieri interrotti. Gli uomini e il mondo si credono schiavi ma le loro paure son solo illusioni. MOZART Nel cuore sento le note pulsare ascolto nell’anima una lieta armonia riflessa lassù nel gran pentagramma, che il cielo stasera apre sul mondo. PAPAGHENO Se la gioia diventa nostra maestra, la paura si fa un più vasto sentiero che induce la nostra cieca esperienza >>> Continua …

Anima gemella – Terre interne inesplorate

anima gemella Terre interne inesplorate.  – Mi chiedono:  Chi è o cos’è per te l’anima gemella? È colui che, come me, s’è stufato di ripetere le stesse cose, in tutti i campi: comunicazione, scambi, confronti, giochi, eros, passatempi, progetti e altro. Come me, vuole inoltrarsi su strade nuove. È la persona più semplice e al tempo stesso acuta e coerente che riesce ad incantare e sedurre me, che sto su Felice. Quindi io, che non mi lascio più prendere da >>> Continua …

Archetipi – Linguaggio magico, ovvero che crea

Archetipi Linguaggio magico, ovvero che crea Pianeta Felice dilaga dentro di me. Non più specchi ma creazioni. La scena è nuova, pulita, i personaggi chiedono di avere la loro parte. E le parti, le do io. Morfologicizzare il pensiero. Do forma organica, materiale al pensiero.   Linguaggio magico. Linguaggio organico. E’ parlare e le parole escono con la sostanza-corpo. Le parole sono costruite dagli archetipi, liberi di essere totalmente se stessi, perciò sono parole vere, sane, autentiche, che creano alef >>> Continua …

Sperimentare – Linguaggio organico

Sperimentare Linguaggio organico   La qualità dei pensieri – Pensieri organici. Quando lo scrivere è fare materia concreta, ossia consapevole E il leggere produce trasformazione Anche l’inviare telepaticamente il messaggio produce sommovimento attenzione e trasformazione. O essere la ricezione di messaggi che arrivano da dentro di noi. Le notti. Infestate da pensieri inutili. O assalite da pensieri. O innervate, irrorate, illuminate da pensieri di insegnamento, di spiegazione, esortazione. Sostegno, alleanza. Io, e l’altra parte di me, sorelle, gemelle, e complici. >>> Continua …

Energia e massa infiniti – Stare all’interno di sé

Energia e massa infiniti La donna e l’uomo che noi siamo – Stare all’interno di sé  Sono stata. Dentro me. Quindi avrei contraddetto quanto dico nell’archetipo Hé che è scorrere, fluire.  Mi sono fermata col fuori. Non ho guardato, non mi sono spostata, né sono intervenuta. Di più, non ho pensato più al fuori, a ciò che avrei potuto vedere fuori. Non mi interessava il fuori così come era fatto,  ho voluto trattenere la mia energia e usarla per penetrare >>> Continua …

Vittoria – Consapevolezza emotiva

Consapevolezza emotiva Vittoria La scena? Quando sto dove davvero voglio essere e faccio quello che davvero apprezzo fare. Noi Terrestri siamo qua per questo. Punto. Fare ciò che ci piace fare. Vivere come ci va di vivere. Significa con equilibrio tra la parti di sé, e sincronizzati alla natura. Io sono e mi sento qui, dove mi piace essere e sto facendo quello che mi piace fare. Vedi tu come si muove la consapevolezza! Eh certo, con tutte le emozioni >>> Continua …

Magia – mentre Spirito ri-corda

Magia Mentre Spirito ricorda – Mentre ricordo ri-cordo e ric- or – do e divento ciò che già ero e oggi sono. Ricordi lontani e non molto lontani riemergono, si stagliano sul palcoscenico. Illuminati. Chiedono un posto ed un ruolo personaggi, scene, eventi, oggetti, sensazioni, movimenti, emozioni, sentimenti. Pensieri. Impianti. Una sottile nostalgia, lo struggimento, il desiderio, tutto sta sulla scena. Tutto in luce, saputo, incantato, magico, che mi chiama, mi interpella. Ciascuno qui vuole una parte e l’aspetta da >>> Continua …

Archetipi – Hé – E’ – 5 – Vivo

Archetipi   Hé Vivere significa inventarsi sempre nuove avventure, nuovi progetti, nuovi modi di essere. Spezzare sto ritmo delle morti e rinascite è possibile, il fatto è che mi devo inventare vita. Ossia dove vedermi viva. Una vita dopo l’altra, ossia un’esperienza dopo l’altra. Ogni volta che mi confronto con tante cose che sento o leggo in giro, nel territorio che condivido o sul web, qualcosa non mi torna. Cerco di ascoltare e mi ritrovo che non corrispondo con chi >>> Continua …

Archetipi – Dalet

Archetipi Dalet – 4 – D – Rendo solido, concreto – Realizzo Sto ferma sul mio intento. Ovvero sto in ciò che Sono. Si crea nello “stante”. Ossia quando “sto” e sono “presente”. Il punto è saper usare e mantenere l’energia. Siamo in mezzo a flussi energetici. Questa è esistenza. Come una danza tra nastri, corde elestiche, trame di flussi. Ci muoviamo come acrobati che si lanciano tra fasci di luce, di luce plastica, plasmatica, luce cristallo. Sentire e osservare >>> Continua …

Il Terrestre – Spirito – il maschile

Il Terrestre  Spirito  –  il maschile Anima sa tutto. Spirito ricorda. Spirito che ri-corda amplifica se stesso Fé – F – P – 17 – espando. Mente osserva. Anima presente e silente. Piena. Spirito si ri-conosce e programma in funzione dei ricordi. Ora ri-corda intensamente attraverso Anima che ri-esplora in continuazione se stessa. Attraverso Anima, Spirito sente se stesso. Cammino sopra al castello. Cielo sereno, addirittura vedo le montagne in fondo, saranno le Alpi? Spirito ha smesso di puntare l’Osservatore >>> Continua …

Vittoria – non più specchi ma creazioni

anima gemella da  stato in luogo.   A volte rielaboro, ossia ri-porto all’oggi quanto scrivo. Tu Ogni immagine ha la sua zona d’ombra. L’ombra è inter-faccia allo specchio. E’ la risorsa segreta occulta che, nascosta, lavora per me. Io, non sto nello specchio, non sto nell’interfaccia. Io sto davanti a te. Non più specchio né interfaccia né per me sei illusione ma corpo e cuore abbraccio e canzoni. Vittoria è andata nell’anti tempo, portando con sé Anima gemella. Hanno spostato >>> Continua …

Magia – Sto in un mondo altro

Magia Sto in un mondo “altro”   … Sto dicendo, inoltre, ma non solo io, anzi l’han detto in tanti prima di me, che tutto è dentro di noi, non fuori. Che il mondo esterno è solo ciò che noi, di volta in volta, proiettiamo fuori in questo spazio libero che ci creiamo per far ricadere le nostre creazioni. Credimi, è avvincente procedere, è tutto nuovo questo esplorare Psiche e noi stessi così, ovvero, mi sto muovendo in base a >>> Continua …

Archetipi : Amaranto – Porphyrius – Mefistopheles

Archetipi amaranto – porphyrius – mefistopheles Eheh Transitiamo. Da un nome ad un altro. Scin – Sc – 21 – lasciarsi traghettare. Oh, ma come escono sobri e diretti questi pezzi. Poche parole tanti simboli. Spazi. Tempi. Intrallazzi. Forse voi che leggete ci capite poco, io capisco un bel bel po’. Accetto. Thet – accetto – anche matrice. Matrice di che? Forse quando arriviamo in fondo l’avremo individuata. V’assicuro che io, arrivata qui in questo scritto, non so cosa troverò >>> Continua …

Vittoria – La vita sente

Vittoria La vita sente  Si sente. Si sta sul si sente. Si sta dove sento. Sento buio qua dentro. Non c’è il “dove si vede” qui c’è si sa e si sente. E si sa da tanto tempo. Eoni. Non sono le persone cose eventi che vanno modificate, essi sono già così, come io, no “le vedo” ma le intercetto. Non c’è una logica tra le cose o tra gli eventi. La vita è magia. Miracolo. Tutto può essere. Stare. >>> Continua …

Sperimentare – La Forza

Sperimentare Sperimentare – la Forza Quando mi vorrebbero dire:  – Lascia andare è perché non sono consapevoli della Forza.  Quando sono e so la Forza, non agisco fuori, ma nemmeno lascio andare. Porto dentro l’energia dell’emozione che sto sentendo. Vedo lo scenario, la sceneggiata, che cosa mi sto raccontando, mi rendo conto che è una mia creazione così come i personaggi e il loro agire. Osservo. Osservo ancora. Mi fermo. Mi ascolto. Tengo tutto dentro. Sento, dentro. Così vedo, so, >>> Continua …

Archetipi – Ghimel

Archetipi – Ghimel ghimel è … cammello Ghimel – 3 – C – G – Muovo – Metto in movimento Sentirmi in te. Sentirmi nell’abbondanza. Respirare in te. Respirare nell’abbondanza. Sentirmi nel mio intento. Respirare nel mio intento. Ghimel mette in movimento. Io mi sto muovendo. Sto spostando sostanze, le mie. Respiro le mie sostanze. Avevo detto: –           Sperimenterò, conoscerò, userò le dinamiche del creare Così è. Ma questi movimenti sono oltre l’ovvio, oltre l’essere creativi, stanno nell’essere i creatori. Creatori >>> Continua …

Il Terrestre – Ontogenesi

Terrestre Ontogenesi Cogliere la forma di creazione che sono, che ciascuno é. Fuori dalla storia. Nel qui e ora è la mia “genesi”. “Sono, comunque sono, sono”. … comunque sono è sinora mancato al mondo per accogliere la Creazione con le sue differenze identificative. Comunque sono, affermazione necessaria per riconoscere ed integrare qualsiasi Parte di me e di ciò che nella Creazione, sono. Passaggio necessario per uscire dal Vuoto. Passaggio che immediatamente mi libera da me stessa: semplicemente mi nomino >>> Continua …

Energia e massa infiniti – Tutto vibra

Energia e massa infiniti   Tutto vibra Tutto vibra sotto l’apparente definizione delle forme. La mia psiche sta assaporando e registrando flussi. Come un fiume scorrono onde sinuose di sostanza. Segreta. Eros femminile manifesta le forze dell’universo:  elettrodebole – gravità – nucleare –  nucleare debole. Eros maschile organizza armonicamente spazi e tempi di ri-caduta felice di ogni movente e proiezione. Coerenza, genialità, sincronicità alla terra. I flussi – poiché siamo infiniti – sono infiniti. Mai stanchi, mai consueti, mai banali >>> Continua …

Archetipi – Bet

Archetipi   Bet – 2 – B – la funzione “contenere” Contengo. Questa osservazione degli archetipi viene condotta dal soggetto. Io. L’azione è compiuta dalla prima persona singolare. Il soggetto vive e sperimenta il qui e ora. Io Sono. È l’unica voce che può dire di sé ciò che è. Per cui: Unisco – Contengo – Muovo – Solidifico ecc Qui siamo in Contengo. Cosa. Chi, contengo? Flussi energia movimenti agire. Sento i flussi. Sento in me il muoversi di >>> Continua …

Sperimentare – Dinamiche del creare

Sperimentare Dinamiche del creare Il creare va in automatico. Ad un certo punto qualcosa comincia a mettere insieme due centri e due movimenti. Mi vengono un mente i centrioli. E si comincia a dirsi: Adesso devo mettere insieme il dentro e il fuori. Devo puntare l’obiettivo che unifichi dentro e fuori. Si avverte proprio questo movimento del concentrare in un punto che si pone fuori. E – fuori – si pone ciò che si è fatto crescere dentro. Bisogna guardare >>> Continua …

Terrestre – E da qui in poi

Terrestre “Stai sperimentando un nuovo modo di pensare, di respirare, di agire e di amare”. Dove per “sperimentare” si intende “scovare dentro di sé”. Poiché è “dentro di sé” è interessante, curioso, nuovo, intrigante, alettante. Anche condivisibile. Dopo. Ora lo voglio sperimentare io. Nel silenzio e nel segreto. Che ne so. Vado a braccio come sempre. Non so come e cosa continuerò a scrivere. Perché a forza di dire che gli archetipi conducono concretezza e creano la nostra realtà, così >>> Continua …

Archetipi – I movimenti della forza – Alef

Archetipi 1 – Alef – la funzione unificante È il più importante di tutti i segni dell’alfabeto del pensiero. Unificare significa superare la dualità, immettersi in un altro livello. Per diventare alef bisogna fare dei passaggi a livello del pensiero, delle sensazioni, delle emozioni: saper mantenere gli opposti senza scegliere o discriminare. Qualsiasi sia la situazione che abbiamo davanti mantenere tutte e due le versioni: ciò che crediamo di vedere e il suo contrario. Ciò che crediamo di vedere – >>> Continua …

Magia, o l’esperienza metafisica

Magia dice il titolo   “L’unica fonte di certezze assolute è il pensiero metafisico, ma esso inculca la coincidenza degli opposti” Elémire Zolla Mi sono messa in testa di scrivere solo quello che vivo. Diventa anche quello che penso ma certo il punto di partenza è la mia concretezza. Oppure parlo dal sogno. Ossia, sono consapevole di averne pensate e inventate di tutti i colori. E non avete idea di quelle che penso e non dico. Troppo mie. Personalmente al >>> Continua …